Alla tampon-tax pensiamo noi

Abbiamo scelto di farci carico dell’IVA su un bene essenziale per le donne.

Con “tampon-tax” si fa riferimento all’imposta sul valore aggiunto applicata su assorbenti femminili, tamponi e coppette mestruali.

È stata introdotta nel 1973 e, come per altri beni e servizi, è cresciuta nel tempo dal 12 al 22%, assimilando quindi gli assorbenti femminili ad altri beni di necessità “non primaria”.

Abbiamo quindi seguito l’iter della mozione votata dal Consiglio Comunale di Firenze (primo capoluogo a livello nazionale a sposare questa causa) scontando l’IVA sull’acquisto degli assorbenti femminili, fino al 31 marzo 2022. Saranno le Farmacie a farsi carico del costo dell’imposta, auspicabilmente in attesa di una legge nazionale.

Con questa misura, le nostre 21 Farmacie confermano il loro impegno sul territorio e la loro natura di “Società Benefit”, in prima linea per il Bene Comune.

Le Farmacie Comunali Firenze, società partecipata da Apoteca Natura e dal Comune di Firenze, dal 2018 hanno assunto lo stato di Società Benefit, vincolandosi così per statuto al perseguimento del Bene Comune: questo speciale status giuridico (introdotto in Italia nel 2016) impone infatti alle società di perseguire, oltre all’utile economico, anche specifici obiettivi sociali e ambientali, documentati con trasparenza attraverso una relazione di impatto. Farmacie Comunali di Firenze nel 2019 è diventata la prima società a capitale misto pubblico-privato in Europa, nonché la prima rete di Farmacie al mondo, a trasformarsi in Società Benefit. Inoltre, nel corso del 2019 le Farmacie Comunali di Firenze hanno anche ricevuto la certificazione B Corp rilasciata da un organismo internazionale indipendente.