La Farmacia Comunale Santa Maria Nuova si trasferisce in Via Pratese

Dal mese di settembre 2018 la Farmacia Comunale Santa Maria Nuova (F 21, sita in Via Maurizio Bufalini 2, zona Santa Maria Nuova) si è trasferita in Via Pratese 81 a (zona Peretola).

Il trasferimento corrisponde alla necessità di elargire un servizio il più possibile capillare ai cittadini.

Gli orari di apertura saranno dal Lunedì al Sabato dalle 08:00 alle 20:00.

Di seguito riportiamo il Comunicato Stampa di replica dell’Assessore al Welfare Dottoressa Sara Funaro al Consigliere Regionale di Forza Italia in cui sono esplicitate le motivazioni del trasloco della Farmacia:

Nessun blitz agostano, nessuna chiusura della farmacia di Santa Maria Nuova ma un suo trasferimento in via Pratese: il vicepresidente Stella si tranquillizzi, è stata una scelta legittima e ponderata che è stata portata avanti d’intesa con i Quartieri e a seguito di numerose richieste dei cittadini”. E’ quanto precisa l’assessore al welfare Sara Funaro replicando al vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia) in merito alla farmacia presso l’ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze.

“Nel febbraio 2017 – spiega Funaro – la giunta ha approvato una delibera che prevedeva lo spostamento di due farmacie dal centro storico ai Quartieri 4 e 5. Si tratta di una decisione fortemente voluta dai cittadini delle due zone e nell’ottica di una maggiore e più efficace distribuzione delle farmacie in tutta la città. Abbiamo riscontrato, infatti, un’eccessiva concentrazione di farmacie in centro, a scapito della periferie, dove invece è più alta la richiesta da parte dei fiorentini, vista l’alta densità di popolazione e la grande presenza di cittadini in età avanzata”.

“A Firenze – evidenzia Funaro - nel Quartiere 1, ci sono 50 farmacie per 68 mila abitanti, pari a una farmacia ogni 1360 abitanti. Nei Quartieri 2 e 3 il rapporto farmacia/abitanti e di poco superiore a una su 3000, mentre nei Quartieri 4 e 5 questo rapporto sale a una farmacia ogni 6000 abitanti circa. E’ quindi ovvio che la nostra è una scelta non contro ma a favore dei cittadini.

Ricordo inoltre che nella delimitazione delle due nuove sedi ci siamo avvalsi del contributo di un gruppo tecnico di lavoro appositamente formato e rappresentativo dei vari soggetti coinvolti nell’istruttoria del procedimento di variazione della pianta organica delle farmacie (Comune, Associazione Titolari Farmacie, CISPEL–settore farmacie pubbliche, Ordine Professionale dei Farmacisti, Azienda USL)".

"Il numero totale delle farmacie - conclude Funaro - è stabilito in base a criteri demografici stabiliti dalla legge e rivisti ogni anno, e a Firenze non può al momento essere aumentato. La competenza nell’espletamento del procedimento di revisione della pianta organica è della Regione, mentre spetta al Comune l’individuazione e la delimitazione delle sedi farmaceutiche. Prima di gridare allo scandalo, quindi, il vicepresidente Stella farebbe bene ad informarsi meglio”.

"La Farmacia - specifica Massimo Mercati, presidente di Afam - era tra quelle che in centro storico non aveva più praticamente alcun ruolo essendo contigua a quella ospedaliera, mentre In via Pratese potrà servire un numero altissimo di cittadini. Per la valorizzazione invece della tradizione di Santa Maria Nuova come antica spezieria, abbiamo inoltre un progetto con Fondazione Santa Maria Nuova per il recupero e la riqualificazione degli antichi arredi della farmacia che torneranno a vivere andando a rivitalizzare gli spazi e arricchire il percorso museale dell'ospedale con tante attività educative.”

Nei locali dell’ex Farmacia nascerà infatti la spezieria integrata con l’Orto Botanico inaugurato nel 2017, di seguito alcune foto dell’inaugurazione di quest’ultimo: